Politica

Sviluppo sostenibile e lotta ai cambiamenti climatici: Favignana approva il PAESC

Pagoto

Il Consiglio Comunale di Favignana riunitosi ieri, ha approvato all’unanimità il PAESC, Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima. A seguito dell’approvazione il primo cittadino, Giuseppe Pagoto, aderendo al Patto dei Sindaci, ha inviato a Bruxelles la documentazione per l’approvazione degli organismi europei.

L’adesione al Patto dei Sindaci coinvolge i Comuni europei impegnati nella salvaguardia del clima, con l’obiettivo di ottenere, entro il 2020, una riduzione di oltre il 20 per cento, ed entro il 2030 una riduzione di oltre il 40 per cento, delle emissioni di CO2, mediante la progettazione e l’attuazione di azioni mirate per l’ottimizzazione dei consumi energetici e dello stato emissivo, con particolare interesse per la promozione dell’energia da fonti rinnovabili.

Il Comune di Favignana ha deciso di redigere il PAESC per completare e approfondire il percorso mirato alla riduzione delle emissioni di gas serra; partendo dalla redazione di un inventario delle emissioni di CO2, l’ente riuscirà anche a rafforzare le competenze energetiche all’interno dell’Amministrazione comunale e inizierà un percorso di sensibilizzazione della cittadinanza alle tematiche ambientali.

Particolarmente soddisfatto il presidente del Consiglio Comunale, Ignazio Galuppo, che sottolinea come in questo modo l’isola si doti di uno strumento grazie al quale poter attingere anche ai finanziamenti europei per quanto riguarda le energie rinnovabili.

Il Comune di Favignana, in sintesi, si impegna allo sviluppo sostenibile e alla lotta contro i cambiamenti climatici a livello locale, e a raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Numerosi gli obiettivi fissati nel breve periodo, tra cui la riduzione della bolletta energetica comunale con iniziative di razionalizzazione nei settori di maggiore criticità; il coinvolgimento di operatori privati in iniziative di efficientamento energetico degli impianti pubblici e di realizzazione di impianti ad energia rinnovabile; la promozione dell’informazione e il coinvolgimento attivo della popolazione e delle imprese, e ancora la promozione di nuove opportunità economiche connesse all’attuazione del PAESC.
Nell’ambito delle attività relative alla sostenibilità ambientale, il Comune ha partecipato con l’Assessore Lorenzo Ceraulo, alla III Edizione della Conferenza Greening the Islands – Integrated Sustainability: Energy, Mobility, Waste & Water for Islands and Remote Locations, che si è tenuta a Gran Canaria il 2 e 3 dicembre scorsi. In tale occasione è stato illustrato il Progetto GO Islands, che verrà presentato nell’ambito del bando Light House Cities del programma Horizon 2020 e che mira a sviluppare nelle tre isole europee di Lesbo, Favignana (con Levanzo e Marettimo) ed El Hierro, delle soluzioni green integrate e replicabili a una vasta gamma di isole europee e non europee e regioni decentrate. Le suddette isole saranno così dei modelli di auto-sostenibilità e inclusività sociale.

“Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione del documento da parte del Consiglio comunale di Favignana – dice l’assessore Cerauloin quanto l’Amministrazione comunale può proseguire un percorso già intrapreso in tema di energie rinnovabili e risparmio energetico nelle nostre Isole, con il progetto ‘Sole e Stelle’ finanziato dal Ministero dell’Ambiente (per l’illuminazione pubblica a led a Levanzo e Marettimo, pannelli fotovoltaici in strutture pubbliche e private, bici elettriche etc…) e con il progetto ‘Jessica’ che prevede l’illuminazione pubblica a led su tutto il territorio di Favignana”.

Questi ultimi lavori di ammodernamento ed efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione, finanziati con fondi ‘Jessica’ (Joint European Support for Sustainable Investment in City Areas – Sostegno europeo congiunto per investimenti sostenibili nelle aree urbane) per un importo di circa 362 mila euro, consentiranno al Comune di allinearsi e rispettare quanto previsto dalla normativa europea sull’ “Illuminazione stradale” e dalla Legge Regionale n. 4/2005 della Regione Siciliana per ottenere consistenti risparmi sulla bolletta energetica e sulla manutenzione degli impianti stessi.

“Obiettivo dell’Amministrazione – dice il sindaco, Giuseppe Pagotoera quello di dotare di questo indispensabile strumento di programmazione il Comune aderendo al Patto dei Sindaci, ma anche di continuare a sfruttare tutte le risorse nazionali e comunitarie per migliorare ed innovare nell’ambito della riduzione dei consumi energetici e dei costi gestionali, nella valorizzazione dei beni pubblici comuni, con reti efficienti ed intelligenti, e per il rispetto delle pianificazioni energetiche nazionali, comunitarie e mondiali oltre che per procedere nella direzione del contenimento dell’inquinamento luminoso. Ringrazio il Consiglio Comunale che ha sostenuto e condiviso la programmazione dell’Amministrazione”‎.

Condividi l'articolo
In alto