Amici Animali

Spillo, il cane di nessuno che nessuno voleva

spillo

A volte capita di trovarsi nel posto giusto al momento giusto e così è successo nella storia che stiamo per raccontarvi: SPILLO, DETTO TATINO, IL CANE DI NESSUNO CHE NESSUNO VOLEVA.

tatinoSpillo, detto Tatino, è stato trovato la notte del 27 dicembre nei pressi di Bonagia investito e lasciato morente sul ciglio della strada, fortuna ha voluto che di li passasse Marco Cosenza che non si è voltato dall’altra parte… lui si è fermato attivando i soccorsi per Spillo e, nell’arco del più breve tempo possibile, spillo è stato condotto presso una clinica veterinaria.

Ma Tatino era il cane di nessuno, nessun chip infatti a dare informazioni utili né sul peloso amico né sul suo proprietario, e quindi? La sua situazione lascia poco spazio di manovra: nessun comune della zona è in grado di occuparsi di un cane disabile, si perche dalle lastre si evince che Tatino ha una frattura della colonna vertebrale.

Il verdetto è di quelli che tolgono ogni sorriso: un intervento non darebbe alcuna speranza e quindi, come sempre avviene per i cani randagi nelle sue condizioni l’inesorabile soluzione al problema è quella della soppressione.

Ecco cosa afferma Annalisa Sugamiele, una delle volontarie del gruppo Adozioni Trapani che, letteralmente, ha strappato Spillo da una morte certa:

“L’iter per sopprimere Tatino stava per volgere al termine, tutto era quasi pronto per lui se non mi fossi trovata per un caso fortuito in quell’ambulatorio… Lo vedo ed il mio cuore ha un sussulto, quel piccolo somiglia in modo impressionante al “nonnino”, il mio caro dolce piccolo nonno Peter che ho perso pochi giorni fa, i nostri sguardi si incontrano e Tatino mi lecca la mano, mi osserva e cerca il mio aiuto ed io non posso e non voglio negarglielo. La mia coscienza mi dice che non posso permettere che venga abbattuto così ne parlo con Raimonda e non avevo dubbi: AIUTIAMOLO!

Così decidiamo di coinvolgere altri volontari e anche l’associazione randagi del sud tutti subito si rendono disponibili a dare una zampa per Spillo, chiamo subito la clinica dicendo – BLOCCATE TUTTO LO PRENDIAMO in carico noi – troviamo subito disponibile a stallarlo una splendida volontaria Brigida Cesanello che non mi fa neanche finire di spiegare la storia dello sfortunato Spillo, gli basta vedere la foto per rispondere –  a che ora me lo porti? – Vengono fatti altri consulti da parte di altri veterinari, tutti confermano che l’intervento non risolverebbe nulla, Spillo ha bisogno del carrellino, sarà un cane disabile! Potrà comunque vivere una vita dignitosa visto che le sue funzioni fisiologiche sono buone per cui adesso cominceremo a lavorate sull’acqua fisioterapia e l’ordine del carrellino il passo successivo sarà quello di cercare per lui un’adozione. Se qualcuno volesse dare una zampa a spillo ci contatti.”

Un doveroso riconoscimento va quindi a questi splendidi volontari per le corse, il grande impegno e l’immenso amore dimostrato per questi piccoli amici che nelle nostre grandi città trovano ormai sempre meno spazio.

L’augurio che facciamo, rivolto a chi deciderà di prendere con se il piccolo Spillo, è quello di godere ancora per tanto tempo del grande amore che questo pelosetto ha ancora da dare al suo nuovo padrone.

Condividi l'articolo
In alto